Rome wasn't built in a day

Author

Massimiliano Di Giorgio

Massimiliano Di Giorgio has 148 articles published.

xxxx

Gli effetti invisibili del nuoto

di

Una serie di racconti di Alessandro Capponi di ambientazione romana, che girano attorno alla vita in piscina per raccontare storie di persone. Storie raccontate con un taglio minimalista, talvolta ispirate a un certo realismo magico

La politica si guarda l’ombelico, a Roma

di

Le cronache politiche di questi ultimi giorni sono piene di indiscrezioni sulle lotte di potere nel Pd e nel centrosinistra romano. Che però non è sempre esattamente il centro del mondo. Calenda è un politico di peso locale, come Gualtieri. Bettini è stato dato per finito fin troppe volte. Per il Lazio si vota nel 2023, che oggi è come dire tra un secolo

Perché hanno ragione Calenda & Michetti. E Gualtieri

di

Dal 1993 votiamo per eleggere direttamente il sindaco, e la legge consente anche il voto disgiunto per sottolineare l’importanza del nome. Quindi, se un candidato perde la sfida per diventare primo cittadino, è comprensibile che non voglia restare in consiglio comunale. Poi c’è la questione degli aumenti di stipendio: non è un “regalo” ai politici, ma il riconoscimento della responsabilità. Che va esercitata e controllata

Roma ricomincia dal centrosinistra

di

Anche il ballottaggio è andato come nelle previsioni: fortissimo astensionismo e vittoria netta di Roberto Gualtieri. Ma il nuovo sindaco è chiamato a un compito importantissimo: prima di tutto, ricostruire la fiducia dei romani, che è ai minimi storici

Voto, fin qui tutto come previsto

di

Nessuna sorpresa a quanto pare dal primo turno. Fine corsa per Raggi, fortissimo astensionismo. In Campidoglio torna il bipolarismo centrodestra-centrosinistra. Ballottaggio tra due settimane. Chi diventerà sindaco, dovrà prima di tutto ricostruire la fiducia

I candidati e il fantasma del Campidoglio

di

Il “fantasma” è la macchina amministrativa del Comune, di cui in questa campagna elettorale non si è praticamente mai parlato. Eppure è una questione che riguarda migliaia di lavoratori e la vita quotidiana dei romani. Una chiacchierata con Roberto D’Alessio, ex social media strategist del Campidoglio. “Il sindaco dovrebbe poter scegliere i dirigenti”

Calenda & Bertolaso

di

COMMENTO / L’ipotesi di Calenda di ingaggiare l’ex capo della Protezione Civile come vice sindaco serve probabilmente a prendere voti a destra, ma potrebbe far fuggire una parte degli elettori di sinistra. Però in fondo l’idea dell’ex ministro è quella della superiorità dei “manager” sui partiti

La stretta sui monopattini

di

Anche a Roma è iniziato il giro di vite contro le intemperanze di chi guida le “trottinette” elettriche senza rispettare le regole. Diminuito il numero dei mezzi. Ma, tra problemi di applicazione delle regole e mancanza di agenti, la lotta si annuncia difficile

Rimbocchiamoci gli alberi

di

ReTree, a Porta Metronia, ha piantato oltre 300 alberi in due anni, pagati e adottati dai cittadini, e ora sta diffondendo il suo “metodo” in vari quartieri. In altri municipi si moltiplicano iniziative simili, in attesa dell’intervento pubblico per riforestare Roma. Il piano del Comune parla di raddoppiare il numero di alberi entro il 2030: vorrebbe dire 35.000 nuovi fusti ogni anno dal 2022

Eurovision, sconfitta annunciata

di

La Capitale esclusa dalla selezione delle città candidate per ospitare l’Eurovision Song Contest 2022, dopo che la vittoria dei romani Maneskin ha riportato la manifestazione in Italia. Ma la città manca da sempre di strutture adatte per i grandi eventi musicali.

Cenciotti, una candidata di famiglia

di

Fabiola Cenciotti, a fine anni Ottanta giovane militante Dc,  è la candidata sindaco del Pdf, il Popolo della Famiglia. Il suo programma: sostegni alle famiglie, combattere la denatalità, no alle unioni civili, no alla “cultura gender”. Obiettivo minimo: il 2% al primo turno

1 2 3 11
Go to Top