Rome wasn't built in a day

Author

Massimiliano Di Giorgio

Massimiliano Di Giorgio has 160 articles published.

xxxx

La scienza pop torna all’Esquilino

di

Dal 16 al 18 giugno, all’aperto tra via Bixio e il cortile della scuola “Di Donato”, la seconda edizione di un piccolo festival dedicato ai grandi temi della scienza, gratuito e aperto a tutti. E con laboratori per bambini e ragazzi.

Cosa vuole la Lupa

di

Una (lunga) intervista a tre giovani romani, tra i protagonisti delle lotte di questi mesi nelle scuole, per cercare di capire cosa pensa e cosa vuole il nuovo movimento degli studenti. Dalla pandemia alla guerra, passando per il rapporto con docenti e genitori. Il 25 marzo grande manifestazione per il clima

La Vitti, il cinema, l’immondizia, Roma

di

La monnezza della Capitale fa capolino in un film del ’70 con l’attrice recentemente scomparsa. Ma in realtà non ha mai abbandonato le nostre strade. Anche se un documentario del ’64 raccontava la storia incredibile dei super impianti tecnologici di Ponte Malnome per trattare i rifiuti e produrre il compost

Re di Roma, l’isola urbana

di

Il traffico sembra lontano. Eppure, questa è una delle prime rotonde di Roma, pensata all’inizio del Novecento e poi costruita negli Anni Venti, insieme con i palazzoni. Panchine dappertutto, lecci e pini, fontanelle, giochi per bambini e un recinto per i cani

Ci vuole il sindaco della notte

di

Il Nachtburgemeester è una figura nata nei Paesi Bassi per fare da mediatore tra amministrazione, club e locali notturni, pubblico e rappresentanti dei quartieri: a Roma potrebbe essere chiamato a “governare” un vasto piano regolatore della notte

Gli effetti invisibili del nuoto

di

Una serie di racconti di Alessandro Capponi di ambientazione romana, che girano attorno alla vita in piscina per raccontare storie di persone. Storie raccontate con un taglio minimalista, talvolta ispirate a un certo realismo magico

La politica si guarda l’ombelico, a Roma

di

Le cronache politiche di questi ultimi giorni sono piene di indiscrezioni sulle lotte di potere nel Pd e nel centrosinistra romano. Che però non è sempre esattamente il centro del mondo. Calenda è un politico di peso locale, come Gualtieri. Bettini è stato dato per finito fin troppe volte. Per il Lazio si vota nel 2023, che oggi è come dire tra un secolo

1 2 3 12
Go to Top