Rome wasn't built in a day

Author

Massimiliano Cacciotti - page 9

Massimiliano Cacciotti has 131 articles published.

xxxx

In stadio di abbandono: il PalaTiziano

di

Prosegue l’inchiesta sulle strutture sportive romane in stato di abbandono o che aspettano di essere ristrutturate. Questa volta parliamo del Palazzo dello Sport di Piazza Apollodoro, per cui era prevista nel corso del 2019 la pubblicazione del bando per i lavori. Nel frattempo, l’impianto è stato vandalizzato

Porta di Roma, la città-stato

di

Il centro commerciale della Bufalotta, con una superficie di 250.000 mq e 18 milioni di visitatori l’anno sembra sempre più un esperimento sociale, una mini-città che funziona, in cui c’è perfino un museo, governata da un consiglio d’aministrazione

In stadio di abbandono: il Flaminio

di

Prima puntata di un viaggio tra le strutture sportive abbandonate della Capitale: il Flaminio, sorto sulle ceneri dell’ex Stadio Nazionale. Realizzato per le Olimpiadi del 1960, teatro di importanti match di rugby è ora in attesa di un futuro possibile

Roma alla spina

di

I negozi che propongono prodotti sfusi, dagli alimentari ai detersivi, si stanno moltiplicando un po’ in tutti i quartieri di Roma, e rappresentano un’alternativa alla proliferazione della plastica e degli imballaggi ingombranti. Una guida ragionata.

United Colors of Atac

di

Da anni ormai i mezzi di Atac offrono un vero arcobaleno. Bus bianchi, porpora, grigi; tram verde, metro di vari colori. Di sicuro è un problema marginale, rispetto all’efficienza. Ma dà l’idea della confusione in cui versa Roma

Fenomenologia dello “sticazzi”

di

“Sti cazzi” non è la versione de’ noantri del rude e spocchioso “me ne frego” di mussoliniana memoria. In uno “sti cazzi” non c’è nessun senso di superiorità, di sfida, di orgogliosa rivalsa. Non è una dichiarazione di guerra, ma è semmai una resa. Contiene in sé la delusione depressiva di un amante tradito…

Braccia rinate nell’agricoltura

di

La tenuta di Redicicoli è amministrata e coltivata da quattro anni da Daniel, un venticinquenne romano “figlio d’arte” che ora sta convertendo l’azienda al bio. Un percorso a ostacoli, tra burocrazia e fatica. Ma “questo è il lavoro più importante del mondo, perché fa mangiare le persone”

Un commercio piccolo piccolo

di

2 ottobre, i piccoli commercianti spengono le luci per protestare contro l’amministrazione, il fisco, i centri commerciali e le corsie preferenziali. Ma per i negozianti il problema principale è quello di agire insieme e progettare il futuro

Er traffico de Roma

di

Il traffico di Roma dipende non soltanto dalle scelte del Campidoglio e dall’urbanistica, ma anche da come guidiamo. Serve un mix armonico di interventi pubblici e di comportamenti privati

Strada disfacendo

di

Il recente cambio di nome di due strade romane, intitolate per decenni a scienziati che firmarono il “manifesto della razza”, ripropone un interrogativo importante: ha senso un cambio “politico” della toponomastica, anche se democratico?

Una città presa a calce

di

Il Lazio ha approvato il Piano Territoriale Paesistico Regionale, che piace molto ai costruttori ma meno agli ambientalisti, perché apparentemente lascia il centro storico di Roma privo di tutele. Storia del “partito degli immobiliaristi” dal Cinquecento a oggi

Go to Top