La città dei morti

di

CLAUDIO SORRENTINO

È morto ieri sera a Roma a causa del Covid Claudio Sorrentino aveva 76 anni. Attore, conduttore televisivo, doppiatore sin da bambino e voce di tantissime star da Mel Gibson a John Travolta, voce di Bruce Willis e fratello della doppiatrice Liliana Sorrentino. Sua anche la voce di Richie Cunningham in Happy Days. In italiano è sua la mitica frase di Ryan O’Neal in Love Story  «Amare vuol dire non dire mai mi dispiace».

INCENDIO AL LAURENTINO 38 A SAN VALENTINO

In Via Giuseppe Lipparini, 13 muoiono un uomo di cinquant’anni, Stefano Alunno, e i suoi animali domestici, un cane e un gatto, si salva invece la moglie. Causa della tragedia un incendio. In corso indagini per capirne l’origine.

SUICIDIO AI PARIOLI

La sera di San Valentino un uomo si è sparato nel suo letto in viale Bruno Buozzi. Sul corpo dell’uomo di 46 anni, appartenente all’associazione nazionale Carabinieri, è stata trovata una ferita da fuoco compatibile con la pistola che aveva con sé. Ne deteneva due regolarmente.

PRECIPITA DALLA TANGENZIALE

Con la sua macchina precipita dal viadotto della tangenziale est a Roma nord. Un volo fatale per l’automobilista morto sul colpo. L’incidente stradale intorno alle 14.00 del 16 febbraio dopo che la vettura condotta da un uomo di 51 anni è uscita di strada in via del Foro Italico ed è precipitata dopo un volo di 7 metri al di sotto del ponte, corrispondente a via degli Orti della Farnesina, in prossimità del civico 38.

LA PRESIDE SIMONETTA CARAVITA

In pensione da non molto fu punto di riferimento per la comunità scolastica di Casal Bruciato. Preside per 25 anni della Scuola Media Statale Luigi di Liegro a Casal Bruciato e poi del IV Centro Territoriale Permanente di Roma. Molto si spese per l’integrazione e l’accoglienza. Portò a Roma il doppio ciclo scolastico per gli alunni disabili con gravi problemi cognitivi potevano ripetere tutti e tre gli anni alla fine del ciclo delle medie.

  

MIMMO TABACCAIO DI PIAZZA EPIRO

Domenico Proto morto anche lui il giorno di San Valentino a seguito dell’incidente avuto giovedì 11. Ennesimo pedone ucciso nella capitale. Travolto da una Smart mentre attraversava le strisce proprio tra Piazza Epiro e Via Mauritania. Alcuni abitanti del quartiere hanno manifestato domenica pomeriggio per denunciare la poca illuminazione della strada e altri investimenti sempre nella zona.

 

17-02-2021 | © Riproduzione riservata

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*