Il riassunto di Roma: 23 gennaio

di

LE PRENOTAZIONI DEI VACCINI SLITTANO AL 1 FEBBRAIO
L’avvio delle prenotazioni per il vaccino anti-Covid per gli over 80 è slittato dal 25 gennaio al 1 febbraio, ha annunciato ieri la Regione Lazio. Lo spostamento di date è dovuto al ritardo nella consegna delle dosi di vaccino, secondo la Regione. Le prenotazioni avverranno online, sul sito web di Salute Lazio, o attraverso i medici di famiglia abilitati. A Roma dovrebbero essere attivi 40 centri vaccinali. Intanto nel Lazio le persone che hanno già ricevuto la prima dose del vaccino erano ieri oltre 129.000.

COVID: SITUAZIONE A VENERDÌ
Ieri, venerdì 22 gennaio, i nuovi casi di coronavirus accertati nel Comune di Roma sono a quota 600. Nella Asl Roma 1 i casi sono 248, nella Asl Roma 2 245, nella Asl Roma 3 (che comprende anche Fiumicino) 120. Roma e il Lazio restano in zona arancione anche per la prossima settimana, anche se la situazione migliora (l’indice RT è sceso a 0,93).

LA SINDACA RAGGI SILURA VICESINDACO E ASSESSORE AL COMMERCIO
Il Campidoglio ha annunciato ieri sera che la sindaca Virginia Raggi ha ritirato le deleghe alla Crescita culturale, allo Sviluppo Economico, al Turismo e al lavoro, licenziando così il vicesindaco Luca Bergamo e l’assessore Carlo Cafarotti. Parlando di Bergamo, Raggi parla esplicitamente di “diversità di visioni politiche per il futuro di Roma”. Il vicesindaco, che negli anni precedenti era vicino alle amministrazioni di centrosinistra, aveva criticato la ricandidatura della sindaca M5s. Secondo alcuni media, il nuovo vicesindaco sarà Pietro Calabrese, che è già assessore alla Mobilità.

NUOVO COMMISSARIO PER LA METRO C
Maurizio Gentile, ex amministratore delegato di Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) è il nuovo commissario scelto dal governo per la realizzazione della Metro C. Gentile, scrive “La Repubblica”, è indagato per due incidenti ferroviari nel 2018 e 2020, a Pioltello e Ospedaletto Lodigiano. Nel frattempo, il Comune ha chiesto al Ministero dei Trasporti 1,3 miliardi di euro per finanziare la stazione piazza Venezia della Metro C, le linee di tram Piazza Vittorio – Piazza Venezia, Termini-Vaticano-Aurelio, il deposito tram Casilina Est e la fornitura di tram e treni per la metro.

CINQUE CONSIGLIERI M5S CONTRO RAGGI
Cinque consiglieri M5s, in un post su Facebook, hanno chiesto di non ricandidare la sindaca Raggi (anche senza nominarla) e di fare un accordo con il centrosinistra, come a livello nazionale succede oggi per il governo Conte, per le prossime elezioni comunali.

ATAC, TAR CONTRO RAGGI: AL REFERENDUM AVEVA VINTO IL SÌ
Il 19 gennaio il Tar del Lazio ha intimato al Comune di Roma di proclamare la vittoria del sì al referendum consultivo comunale sulla liberalizzazione del servizio pubblico di trasporto. Nel 2019 infatti lo stesso Tribunale aveva stabilito che il quorum stabilito dal Campidoglio per la validità del referendum non serviva. Il Tar ha anche chiesto che entro un mese il consiglio comunale discuta dell’esito referendario. Si tratta di un passaggio certamente simbolico, visto che il referendum era consultivo e che la maggioranza M5s non ha intenzione di liberalizzare il servizio pubblico, ma è comunque una vittoria dei Radicali, che avevano promosso il referendum.

4 EX DIRIGENTI ATAC A GIUDIZIO PER PALAZZO ACQUISTATO E MAI UTILIZZATO
Quattro ex dirigenti dell’Atac, tra cui un amministratore delegato e un presidente, sono stati rinviati a giudizio dalla Corte dei Conti per la vicenda legata all’acquisto di una nuova sede dell’azienda al Castellaccio – la cui costruzione in realtà non è mai stata completata – con un contratto formalizzato nel 2009 con il versamento di alcuni milioni di euro. Successivamente si stabilì che l’immobile sarebbe stato affittato, poi è seguita una serie di contenziosi. Il processo si terrà a maggio. Secondo l’accusa, gli imputati dovrebbero pagare 6 milioni di euro.

OSTIA, SPIAGGE CON LE TELECAMERE
A Ostia sono iniziati il 21 gennaio i lavori per l’installazione di 17 telecamere di videosorveglianza sul lungomare, soprattutto in corrispondenza delle spiagge libere.

CONDOMINI RISARCITI PER SCHIAMAZZI DEI CLIENTI DI LOCALI
La Cassazione ha stabilito che i condomini di un palazzo della zona di piazza Bologna dovranno essere risarciti dalla proprietaria di un’enoteca per l’inquinamento sonororo prodott dal locale (musica ad alto volume) ma anche per gli schiamazzi notturni dei clienti. I condomini riceveranno la cifra simbolica di 500 euro a testa. La sentenza costituisce però un precedente importante.

23-01-2021 | © Riproduzione riservata

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*