Rome wasn't built in a day

Tag archive

Stagno di Ostia

xxxx

Ostia, quel sogno spezzato dal fascismo

di

In un libro, Marco Severa racconta il Lido dalla bonifica alla ricostruzione del Dopoguerra. Un pezzo di Roma conquistato grazie al lavoro di migliaia di braccianti romagnoli e poi di prigionieri di guerra austriaci. Il Ventennio la usò come vetrina, ma finì male

Quel ramo del lago di Ostia

di

Un lago tra il Tevere e Castelfusano, non lontano dal mare, come raccontano anche gli storici romani. Era lo Stagno di Ostia, divenuto poi palude e bonificato alla fine dell’Ottocento. Ma senza una cura attenta, l’acqua può sempre tornare, come accadde durante la II Guerra Mondiale

Go to Top