Rome wasn't built in a day

Spelacchio nel cuore dei romani

L’albero di Natale è un simbolo dal valore collettivo, per questa ragione ci preoccupiamo tanto. Ed ecco perché anche quest’anno infuria la polemica, sull’estetica più che sulle modalità della spesa

Placeholder

Roma razzista e violenta. E pure distratta

di Tommaso Moro

Raid punitivi contro gli stranieri condotti da gruppi di militanti dell'ultradestra romana. La notizia però non avvince il grande pubblico, forse troppo impegnato a dividersi su tutto …

Placeholder

L’azienda che paghi per andare a piedi

di Redazione

Un'altra storia di ordinaria indignazione dalla Capitale: una vittima dell'inaffidabilità dei trasporti pubblici sfoga la sua frustrazione con parole che rappresentano l'umore di molti romani …

Placeholder

Ostia. Stessa spiaggia, stesse delusioni

di Redazione

Arrivano le proroghe speciali per le concessioni degli stabilimenti del litorale romano. Così la lotta all'illegalità condotta ormai da anni da cittadini e attivisti si infrange sul lungomuro …

Placeholder

In nome del Papa Sindaco

di Massimiliano Di Giorgio

Il miglior sindaco per Roma? E' semplice: Papa Francesco. Il pontefice è popolare, riformatore, ambientalista, combatte la corruzione e può contare sulla più capillare presenza in città …

Placeholder

La poltrona avvelenata del Campidoglio

di Redazione

La città eterna è in condizioni così drammatiche che nessuno vuole davvero fare il sindaco. Da sinistra a destra fioccano corteggiamenti, rifiuti e nomi di fantasia …

Placeholder

Queste Olimpiadi non s’hanno da fare

di Tommaso Moro

I giochi del 2024, già rifiutati dai cittadini di Amburgo e Boston, finiscono nel mirino dei radicali che per fermare la candidatura di Roma lanciano l'ennesimo referendum …

Placeholder

Come si trasformano i cittadini attivisti

di Redazione

Rabbia e delusione. La politica miete le sue vittime tra i cittadini da sempre più attenti e che ora rifiutano di concedere ancora fiducia. In questa lettera si parla di “trasformazione” e di “reazione”, rispetto al consumato uso dell’indifferenza e della malversazione. C’è del filo spinato tra partiti e cittadini, che spinge questi ultimi verso il M5S e le prossime elezioni saranno il banco di prova. …

Placeholder

Misericordia ma anche carità

di Massimiliano Di Giorgio

Ora che finalmente è iniziato il Giubileo della Misericordia, vorrei dire due parole a sostegno della carità. Per esser chiari, quella che il dizionario spiega come “amore attivo per il prossimo che si esplica soprattutto attraverso le opere di misericordia”. Credo che “fare la carità”, cioè dare l’elemosina, sia una delle migliori possibilità che abbiamo di aiutare una persona qui e ora, senza trascurare mai il fatto che la povertà non si combatte donando monete, ma eliminandone per quanto possibile le cause. …

Placeholder

Una buona Befana a Piazza Navona

di Massimiliano Di Giorgio

Nei giorni scorsi, la notizia dell’assegnazione ai Tredicine di molti banchi a Piazza Navona per la Befana è sembrata una triste conferma dell’impossibilità di cambiare Roma. Più che una famiglia, i Tredicine sono una holding, storici monopolisti dei camion-bar nel centro storico, con ampie entrature politiche. Eppure, qualche mese l’ex giunta comunale lera riuscita ad allontanarli dai principali luoghi storici e artistici. Ora, fortunatamente, il commissario prefettizio Tronca, ascoltando le voci di protesta tra la cittadinanza e anche nelle istituzioni (come il Primo Municipio, che aveva criticato la decisione) è intervenuto, bloccando il bando. E l’Autorità anticorruzione indaga su possibili irregolarità amministrative. …

Placeholder

Scontenti anche del beltempo

di Massimiliano Di Giorgio

Tra i logorii – paradossali – della vita moderna ormai bisogna iscrivere anche il beltempo. Una volta saremmo stati felici del sole, di un prolungato sole a riscaldare queste brevi giornate di fine autunno. Oggi no, perché col beltempo le polveri sottili ristagnano, e dunque aumenta il rischio di sforare i limiti di inquinamento, e di ritrovarsi con le targhe alterne, o peggio. Quindi, meglio delle belle giornate di pioggia, così possiamo andare tutti in macchina, felicemente bloccati in coda, no? …

Go to Top