La stagione di degrado che ha avvolto Roma si accompagna anche alla mancanza di un vasto dibattito sul presente e sul futuro della città, sull’interesse collettivo, sulla qualità della vita sociale e culturale.

Oltre ai soldi (visto l’enorme deficit strutturale accumulato dalla Capitale) sembrano mancare anche le idee. O forse non trovano spazio a sufficienza, tra scambi di insulti e polemiche sui social network o tra i gruppi politici.

Denunciare è importante. Informare puntualmente è sacrosanto. Ma occorre anche ragionare in modo più approfondito sui problemi, sui progetti, sulla politica.

Perché “Non è politica, è Roma” era e resta uno slogan sbagliato. Quella della spartizione di favori e interessi tra gruppi non è politica. È gestione del potere. Ma senza politica, cioè senza idee diverse e senza il confronto tra di esse, e poi con i cittadini, non si governa una città, non si fanno progetti, non si immagina il futuro.

Roma Report sarà dunque una piattaforma di discussione cittadina aperta a voci diverse. Uno spazio di commento indipendente e critico, di approfondimenti e reportage, che toccherà anche temi leggeri, parlerà di tutto.

È il nostro contributo alla città, che non è soltanto la Capitale, la sede di una delle grandi religioni monoteistiche e un museo a cielo aperto, ma anche un luogo dove vivono, studiano, lavorano milioni di persone.

Dunque, seguiteci, scriveteci e discutete anche voi.