Rome wasn't built in a day

Category archive

elezioni

xxxx

1985-1993, gli anni del Pentapartito

di Massimiliano Cacciotti
STORIE DI CAMPIDOGLIO/9. Scopriamo insieme la storia, gli aneddoti, le meraviglie e le malefatte dei sindaci della Capitale che si sono succeduti negli ultimi 150 anni, cioè da quando la figura politica del sindaco è stata istituita, con l’annessione di Roma allo stato italiano

Il candidato della “speranza smarrita”

di Massimiliano Di Giorgio
Intervista a Paolo Berdini, ultimo candidato di sinistra a sindaco in ordine di tempo. Vorrebbe rimandare le elezioni ad autunno per la pandemia, dice che il Pd non appoggerà Raggi, rifiuta le primarie e propone "la città dell'ecologia integrale"

Mamma Roma addio?

di Massimiliano Cacciotti
Roma non sembra più una città ma un'enorme estensione urbana, connessa senza soluzione di continuità ai Comuni circostanti, con una complicata commistione tra pubblico e privato nell'amministrazione del territorio. Forse serve trasformarla in una "città delle città"

Un sindaco ecologista per la Capitale

di Guglielmo Calcerano
I Verdi chiedono una svolta ecologista per Roma dalle prossime elezioni. "Parliamo di idee prima che di nomi. Le primarie non servono neanche più ad assicurare una solida leadership, dopo il caso Marino"

Mal Comune (senza gaudio)

di Massimiliano Cacciotti
Tanti nomi e lotte intestine nei vari schieramenti in vista delle elezioni comunali di primavera. Ma non si parla dei progetti per la Capitale. Col rischio di ritrovarsi in una lotta tra guelfi e ghibellini o, peggio, tra bande

Un mistero chiamato Calenda

di Collettivo Inconscio
Animatore di un partito fantasma, quello di Montezemolo. Poi trombato nel partito di Monti. Poi vice ministro, ambasciatore Ue, ministro, fa carriera col Pd senza essere iscritto. Si iscrive ma dice subito di voler fondare un altro partito. E così via. La cronaca di Collettivo Inconscio

Nella testa di Goffredo Bettini

di RR
Dopo essere stato il regista della candidatura Rutelli e del "Modello Roma", Bettini è ora l'ideologo dell'alleanza organica Pd-M5s, scrive Giorgio Benigni. E probabilmente sta pensando a un candidato "tecnico" per le prossime elezioni comunali

Go to Top