Rome wasn't built in a day

Category archive

Centri sociali

xxxx

Roma dopo il coronavirus

di Massimiliano Di Giorgio
Più sarà lunga, più l'epidemia avrà conseguenze sulle relazioni sociali, sui consumi e sull'economia. Dalla ristorazione alla spesa online, dal turismo alle palestre, dalla sanità ai trasporti, cosa potrebbe cambiare

FantoMas a Roma

di Massimiliano Di Giorgio
Un racconto ambientato all'Esquilino, tra ristoranti cinesi, negozianti indiani, marche di birra, fascisti e sindacalisti senegalesi. Protagonista Il Polipo, un personaggio che esce da una fortunata serie noir francese

La Pantera torna a Roma

di Checchino Antonini
Nel gennaio del 1990 l'Università di Roma veniva occupata dagli studenti. Era l'ultimo grande movimento di protesta, quello della Pantera. Il 17 e 18 gennaio due giornate per ricordare quella stagione. Un racconto-ricostruzione di Checchino Antonini

C’è una casa (occupata) nel bosco

di Massimiliano Cacciotti
Da marzo un gruppo di cittadini ha ripulito l'ex casa del custode del grande parco di Monte Mario, abbandonata da anni, e l'area adiacente, dando vita a iniziative sociali per contrastare degrado e abbandono

Roma sotto il ricatto-sgomberi

di Massimiliano Di Giorgio
La Prefettura annuncia nuovi sgomberi dopo quello di Primavalle, con il rischio che migliaia di persone vadano per strada mentre Roma è piena di edifici abbandonati e troppe case vuote per una popolazione storicamente in calo. Serve un piano intelligente per i senza casa, non azioni da campagna elettorale

Un’oasi social nel cuore di Roma

di Vittorio Spurio
C’è tempo fino al 9 maggio per presentare proposte per l’uso e il rilancio della Città dell’Altra Economia, l’ex Mattatoio di Testaccio. Uno spazio grande, bello e spesso abbandonato a se stesso. È importante che arrivino tante idee, per evitare speculazioni e la privatizzazione

Senzacasa, legale non sempre è giusto

di Guglielmo Calcerano
Lo sgombero dei rifugiati a Piazza Indipendenza ha rilanciato la questione della legalità delle occupazioni. Ma nonostante alcuni fatti di cronaca, il diritto ad abitare va difeso

Se Roma chiude la cultura dal basso

di Federico Vignali
Chiudono il Dal Verme e il Brancaleone, e nonostante Luca Bergamo per ora il Campidoglio è quello che chiude le saracinesche sulla cultura dal basso

Quando c’era il Selfware

di Giancarlo Castelli
Breve storia delle occupazioni e dell'autorecupero a Roma dagli anni 90, come "tappabuchi" tollerato e a un certo punto sostenuto dal Campidoglio per dare un tetto a migliaia di persone e giovani

Go to Top